Centro Ippico Montemario | Conosciamolo meglio
21694
post-template-default,single,single-post,postid-21694,single-format-standard,qode-social-login-1.0,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-5.2,vc_responsive
 

Conosciamolo meglio

Conosciamolo meglio

Le orecchie del cavallo indicano la direzione della sua attenzione e il suo stato d’animo.
Quando per esempio sono rivolte verso l’esterno sta prestando attenzione al suo cavaliere ed è pronto a percepire gli ordini che gli sta per impartire.
Se sono alte e rivolte avanti è attento a ciò che accade intorno a lui.
Quando invece sono tese all’indietro è perché qualcosa lo infastidisce o è impaurito.
Grazie alla posizione dei suoi occhi, il cavallo ha un campo visivo di quasi 360°, le uniche zone buie sono quelle immediatamente davanti e dietro di sé.

IL GROOMING

La pulizia è un momento molto importante e di grande socializzazione tra cavallo e cavaliere, oltre che una fase importante nel mantenimento del suo benessere.

  • Striglia: si usa all’inizio della pulizia con movimenti circolari,per portare in superficie peli morti e sporco.
  • Brusca a setole lunghe: si passa dopo la striglia seguendo la direzione del pelo, serve a portare via lo sporco.
  • Spazzola a setole morbide: si passa alla fine, su tutto il corpo, anche nelle zone più delicate dove non abbiamo usato le altre spazzole.
  • Nettapiedi: si utilizza per togliere lo sporco sotto il piede del cavallo.
  • Stecca: si utilizza dopo la doccia per asportare l’eccesso d’acqua.