L’equitazione secondo noi - Centro Ippico Montemario
21817
post-template-default,single,single-post,postid-21817,single-format-standard,ajax_fade,page_not_loaded,,select-child-theme-ver-1.0.0,select-theme-ver-4.1,wpb-js-composer js-comp-ver-6.5.0,vc_responsive
 

L’equitazione secondo noi

L’equitazione secondo noi

In una parola “Naturale”, ma cosa significa esattamente? Ciò che è naturale nasce dal cuore, si serve di comunicazione, linguaggio non verbale, psicologia.

 

Il rapporto naturale tra uomo e cavallo significa innanzitutto RELAZIONE tra due esseri diversi, appartenenti a due specie diverse, un predatore (l’uomo) e una preda (il cavallo). Una relazione in cui entrambi i partecipanti rispettano le leggi della natura. Ma è l’uomo ad assumersi la maggior parte delle responsabilità per far funzionare la relazione. Impara il linguaggio del cavallo, studia il suo modo di vivere, apprendi le leggi del branco. L’obiettivo è di essere riconosciuto e accettato dal proprio cavallo come un leader naturale.

Arriva a giocare con lui così come i cavalli giocano tra loro, ne comprende le paure, i timori e le diffidenze che hanno loro permesso la sopravvivenza nei millenni, essendo i cavalli una preda che ha dovuto difendersi e sfuggire da un’infinità di predatori, compreso l’uomo, col quale non ha ancora raggiunto un equilibrio definitivo e stabile.

Con il Metodo Naturale chi si avvicina per la prima volta al cavallo si entusiasma. Chi proviene da esperienze molto diverse si esalta e si mette davanti all’impegno di abbattere tutti i muri di conoscenza creati fino a quel momento. Un nuovo universo si apre ai loro occhi e alla loro sensibilità!
Il Metodo Naturale è la consapevolezza di quanto questa relazione aiuta ad abbattere le nostre difese e le esigenze di mediazione, per metterci semplicemente di fronte a noi stessi, alle nostre emozioni, al bisogno puro e schietto di ritrovare la nostra parte naturale.

Montare in modo naturale vuol dire semplicemente cavalcare rispettando la fisiologia, la psicologia, la mentalità, gli atteggiamenti del nostro partner. Non coercitivamente ma in completo equilibrio. Fino a formare non solamente un binomio ma un Unico che si diverte in completa armonia, leggerezza e con la certezza di poter affrontare qualunque difficoltà in sinergia.

La grande rivoluzione del HorseManShip (Equitazione Naturale)

E’ partita dai cowboy intelligenti dalle mani sensibili. Loro non erano cowboy “normali”, maschi, brutali, veloci e di poche parole, ma avevano altri valori: comprensione, dolcezza, efficacia ed il benessere dei cavalli gli stava a cuore. Si servivano di comunicazione invece che di mezzi meccanici.
Si servivano di psicologia invece che di violenza e intimidazione. Tutto questo, in realtà, non è nuovo, è un sapere che da sempre ci ha accompagnati nel nostro cammino sul pianeta: i templari lo conoscevano, così come alcune tribù di indiani così è successo anche ai cowboy, alcuni di loro si sono evoluti e hanno trovato i veri valori della loro essenza.

Il “naturale” apparteneva loro, nessuno li comprendeva, ma, nonostante ciò, non rinunciarono alla loro missione. Dicendo la verità alle persone non erano stimati. I cavalli li amavano, e davano loro tutto.
Questo colpiva profondamente le persone, al di là del loro scetticismo, e così, pian piano, il “naturale” divenne sempre più conosciuto.

Il rapporto naturale tra cavallo e uomo significa prima di tutto “Relazione”. 
Due esseri diversi, per di più appartenenti a due specie diverse, ad un certo punto fanno qualcosa insieme, si rapportano, si spostano insieme con delle mete in comune, fanno un viaggio, passano insieme un certo periodo di tempo.
Un predatore (uomo) si relaziona ad un predato (cavallo), e nel confronto entrambi si trasformano, nasce fiducia, rispetto, e forse amicizia e amore.